Si trasferì in Svizzera da Roma Elsa Schiaparelli, dopo aver pubblicato un libro di poesie e a causa della ostilità della famiglia alle velleità artistiche… Qualche anno più tardi si sposò ed ebbe una figlia, ma il matrimonio finì presto… così per guadagnarsi da vivere iniziò a collaborare con Poiret e con alcune case di moda a Parigi, divenendo stilista di una di esse…

Una delle prime invenzioni di Elsa Schiaparelli fu il maglione con doppio nodo, realizzato in collaborazione con una donna armena, Mikaëlian, che aveva un piccolo laboratorio artigianale.. Prima di allora, diceva, i maglioni non avevano forma…

Un’altra idea di Elsa Schiaparelli fu il cappello matto, fatto in lana con delle punte, che poteva modellarsi a seconda delle situazioni e dei gusti …Il rosa arrivò con un profumo, esteso poi ad una cappa, chiamata Phoebus.. Il colore divenne celebre anche per una abito indossato da Marilyn Monroe nel film, “Gli uomini preferiscono le bionde”. Dalla collaborazione invece con Salvatori Dalì arrivò un abito molto succinto, chiamato abito scheletro..

Questo slideshow richiede JavaScript.

Elsa Schiaparelli ebbe allievi poi noti nel mondo della moda come Givency e Pierre Cardin mentre l’atelier andò in crisi con l’arrivo di Dior e la proposta di una donna con spalle meno squadrate…

Nel 2010 il brand Schiaparelli è stato rilevato da Diego Della Valle che ha scommesso sul rilancio ed una nuova vita di questa casa storica della moda… (un pò italiana).. E di recente abbiamo visto Lady Gaga con un abito firmato Schiaparelli Couture e disegnato dallo stilista Daniel Roseberry, in occasione del giuramento del presidente Biden.

La storia di Schiaparelli mi ha colpita per il coraggio di una donna che andando contro schemi e imposizioni come quelli della famiglia che osteggiava le proprie realizzazioni artistiche, o un matrimonio che non funzionava, ha lasciato idee e innovazioni che hanno sicuramente impattato il mondo della moda (e non solo).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: