Non solo grandi e costosi brand al Festival di Sanremo 2020

Non ci sono stati solo grandi nomi nei look di questo Festival di Sanremo. Non si è visto solo Gucci (con Achille Lauro), Dolce & Gabbana (con Diodato o Alketa) o Versace (con Elodie)…

…o Armani con Rula e Fiorello e Etro con Diletta Leotta.

questa edizione di Sanremo mi ha colpito anche e sopratutto per i brand meno conosciuti, emergenti e di nicchia che sono stati indossati sul palco.

Il primo fra tutti, che ha avuto un numero di visualizzazioni spaventoso sul mio profilo Instagram è l’abito indossato da Carlotta Mantovan, moglie di Fabrizio Frizzi, disegnato e realizzato da Celli Spose, un atelier alle porte di Roma. Abbiamo poi visto Sabrina Salerno in Gabriele Fiorucci Bucciarelli, Levante in Marco de Vincenzo, Laura Chimenti in Sylvio Giardina e Emma D’Aquino in Antonio Grimaldi.

Di un atelier spose anche quelli di Elettra Lamborghini, per la precisione Marinella spose, di Napoli. Di Luisa Beccaria quello di Romina Carrisi. Uno dei miei preferiti è stato il bianco di Simona Molinari firmato Antonio Martino, e quello di Arisa di Atelier Studio NV.

Più noti sicuramente Fausto Puglisi e Alberta Ferretti che hanno vestito rispettivamente Diletta Leotta e Francesca Sofia Novello. Il blu di questa ultima della serata di venerdì per me è stato il più bello!

A Perugia è obbligatorio lo spaccio di Luisa Spagnoli

Viviamo nell’epoca in cui basta un clic sul cellulare ed ogni destinazione è a portata di mano…(certo occorre saper usare un navigatore e avere un mezzo!). Ieri finalmente sono riuscita a fare un giro per la via dal Cachemere a Perugia…che oltre ad essere un percorso tra le migliori aziende di lana di questa categoria (l’umbria è un distretto della lana!!) … è anche la strada che porta allo spaccio di Luisa Spagnoli!

Il brand ma soprattutto il nome lo abbiamo conosciuto tutti grazie al film con Luisa Ranieri. Un fiction bellissima che racconta di come questa donna sia riuscita a mettere in piedi prima la Perugina (si proprio la fabbrica di cioccolato!) e poi la casa di moda.

E la casa di moda la ha voluta per la lavorazione della lana d’angora (ossia il pelo dei conigli!), intuizione abbastanza geniale…

Era un’imprenditrice che pensava alle donne… per prima ha voluto un asilo nella propria azienda! E mentre arrivavo davanti allo spaccio mi sembra di aver vista anche la tomba della mitica Luisa!!

Lo stile dei suoi outfit è uno stile classico, bon ton! Sembra di rivivere un pò con lei quando si indossano questi capi… In realtà con alcuni completi mi sentivo anche un pò Kate Middleton!!

Tutti comunque fatti molto bene e curati nei minimi dettagli, proprio come voleva la moda di una volta!! Nello spaccio ovviamente si acquista a prezzi ridotti rispetto ai negozi e si possono anche comprare capi magari fallati a prezzo ulteriormente ribassato!

Federica De Santis – moda Made in Ladispoli

Ladispoli è nota per essere il mare vicino a Roma, per me un pò una seconda casa vista l’origine qui della mia famiglia paterna. Negli anni l’ho vista crescere ed evolversi con tante coppie giovani che decidono di stabilire qui il proprio nido sia per la vicinanza a Roma (e la vita più semplice), sia per la presenza del mare.

Qualche giorno fa ho notato con piacere su via Ancona ( una delle vie principali, quella che porta diretta alla Piazza), un negoziato di moda artigianale, diciamo che mi ha colpito il cartello che mi indicava la presenza in loco del laboratorio.

Entro, e Federica mi accoglie dicendo subito che è tutta moda artigianale Made in Italy, per la precisione è tutto ideato e creato da lei, laureata allo IED. Il suo primo amore sono state le scarpe (materia anche della sua tesi di laurea), poi le borse… e oggi ha esteso la produzione anche ad abiti per donna, uomo e bambini.

Ricordo che volevo comprare a mia nipote Fiorella il vestito in fantasia principe di Galles come quello che stavo acquistando io.

Con Federica abbiamo scambiato qualche parola sull’importanza di credere nei propri sogni “ho fatto qualche stage dopo la laurea mi diceva, poi ho deciso di provare a mettermi in proprio!” . Complimenti per il coraggio Federica! Quello che serve ad ognuno di noi per qualsiasi scelta della vita….E complimenti per le tue creazioni!! Sicuramente uniche e originali (perché non copiate ad altri brand come avviene nel fast fashion), e dai prezzi contenuti e competitivi.

Vale la pena fare un salto da Federica quando magari si fa una passeggiata al mare…Intanto seguiamola sui social!

FDS Design – via Ancona 48B, Ladispoli

www.federicadesantis.design

Instagram: FDS Design

Addio al nubilato con Personal Shopper

Metti che si sposa l’amica che con lo shopping proprio non ci sa fare…oppure non ha tempo di dedicarsi alla cura del proprio stile…o semplicemente le amiche vogliono regalarle qualche ora per farla sentire una principessa..Facendole provare abiti e accessori in negozi che non conosce o fuori dal proprio contesto abituale….

Addio al nubilato

Una volta ho organizzato un addio al nubilato come Personal Shopper… con un percorso di shopping Made in Italy a Milano nella zona Isola. Con sposa e amiche ci siamo incontrate in un bar per un tè.. e li la sposa ha scoperto che la avremmo accompagnata a provarsi abiti nuovi e a sentirsi bella e coccolata….

Addio al nubilato

E’ stato molto divertente…e ovviamente anche le amiche si sono divertite scoprendo nuovi negozi e brand…

Se mai vi venisse in mente di fare questa esperienza sono pronta ad accompagnarvi 😉

L’importanza dell’intimo

Quando dico che questo blog e tutta questa attività relativa alla moda è partita dalla mia fissazione per abiti e accessori… mi riferisco al fatto che io per mio vizio, abitudine o fissa che dir si voglia, non riesco ad uscire di casa se ogni capo non è perfettamente abbinato… e mi riferisco anche all’intimo!

Perché tutto parte da lì….non si può pensare ad un outfit in ordine se prima non è in ordine la base! A meno che esigenze varie non impongono differenze… ad esempio un reggiseno color nude che non si noti sotto il tuo con uno slip coprente e magari contenitivo!!

Al di là dell’aspetto ornamentale l’intimo è fondamentale anche per una buona riuscita di tutto il look…Per cui se si ha un fisico a pera occorre necessariamente un reggiseno che valorizzi il decoltè….. per rendere armoniche le forme!!

Tipologie di fisico

Per i fisici “mela” occorre invece uno slip che “contenga” l’addome con un tessuto più rigido o una pancierina…

I fisici “rettangolo” possono pure dimenticarsi il reggiseno per valorizzare la longilineità, mentre i fisici “triangolo” devono stare attenti a non caricare troppo il decoltè…

I fisici clessidra (beati loro), possono indossare tutto quello che vogliono!!

 

 

Personal Shopping gratis per chi è in difficoltà

Leggevo stamattina della Make Up Artist di Andria che regala il tatuaggio alle sopracciglia alle donne malate di cancro… e ho capito che in fondo anche io posso regalare un sorriso a queste e altre donne in difficoltà..

Il titolo di Personal Shopper l’ho conseguito con dei corsi fatti con Carla Gozzi, la guru di “Ma come ti vesti”… a quei corsi ci sono arrivata per la passione per la moda… ma più che altro perché un giorno come tanti in cui facevo ore piccole in ufficio ho capito che la cosa che davvero mi riesce bene ogni giorno e su cui non transigo è l’abbinamento di abiti e accessori….

Dopo i corsi ho aperto il blog e iniziato a lavorare anche per brand come Golden Lady, Yoox e Elena Mirò … e ricordo che quello che mi piaceva era soprattutto vedere le donne sorridere quando si scoprivano più belle con un abito nuovo o semplicemente con un nuovo modo di acconciarsi…

Tante donne rinunciano a curare la propria immagine o femminilità… perchè soffrono perchè magari malate…o perchè sopraffatte dalla quotidianità…o perchè hanno problemi col partner ….eccetera, eccetera….

Un nuovo stile non risolve la vita…ma aiuta a stare un pò meglio con sé stesse… a sorridere ancora…

Chiedo quindi a tutte le donne malate nel fisico o nel cuore di scrivermi perchè sarò contenta di accompagnarle nello shopping e dare loro consigli di stile… il tutto assolutamente in maniera gratuita (magari mi pagate un caffè 😉 )

La moda sulle Dolomiti

Uno pensa che andare in vacanza in montagna sia qualcosa di abbastanza lontano dallo stile e il glamour che si può sfoggiare al mare o in cittadine modaiole come Milano o New York… Eppure le Dolomiti, in particolare la zona della Valle di Cadore, hanno molti più spunti fashion di quanto si immagini.

IMG_2857

Primo perché la Valle di Cadore è denominata anche Valle dell’occhiale, per la presenza qui delle più e meno note aziende di produzione di montature per occhiali…da Marcolin, a Safilo fino a Luxottica …tutte a poca distanza l’una dall’altra che guardano la diga del Vajont. A pieve di Cadore è possibile anche visitare il museo dell’occhiale.

In secondo luogo la perla delle Dolomiti, Cortina, sta diventando sempre più una succursale montanara di Milano tanto da aver creato un Fashion weekend nel primo weekend di dicembre (Sant’Ambrogio appunto!). Ed in ogni caso passeggiare per le strade del centro di Cortina è un pò respirare Moda e Lusso con negozi e brand noti, e spesso poco accessibili ai più, ma in ogni caso eleganti!!

In terzo luogo il Sud Tirolo ha una sua tradizione di costumi che non rinuncia a perdere e che deriva dalle tradizioni austriache. Quei corpetti indossati sopra lunghe gonne dalle donne o quelle giacche corte degli uomini sono di colore diverso da vallata a vallata e includono particolari che indicano ad esempio lo stato civile di chi li indossa (nubile, celibe o sposati).

In ogni caso questi posti sono talmente belli che vale la pena una gita ogni tanto forse anche a prescindere dall’aspetto Fashion.